domenica 30 dicembre 2018

Preghiera di fine anno


O Dio onnipotente, Signore del tempo e dell'eternità,
io ti ringrazio perchè lungo tutto il corso di quest'anno
mi hai accompagnato con la tua grazia
e mi hai ricolmato dei tuoi doni e del tuo amore.
Voglio esprimerti la mia adorazione, la mia lode e il mio ringraziamento.
Ti chiedo umilmente perdono, o Signore,
dei peccati commessi, di tante debolezze e di tante miserie.
Accogli il mio desiderio di amarti di più
e di compiere fedelmente la tua volontà
per tutto il tempo di vita che ancora mi concederai.
Ti offro tutte le mie sofferenze
e le buone opere che, con la tua grazia, ho compiuto.
Fa che siano utili, o Signore,
per la salvezza mia e di tutti i miei cari.
Amen.


Cari amici ed amiche, l'augurio che sia uno splendido 2019, nel nome del Signore.

Un abbraccio. Stefania


mercoledì 26 dicembre 2018

Preghiera per la guarigione fisica - Padre Emiliano Tardif

Signore Gesù, credo che sei vivo e risorto.
Credo che sei presente realmente nel Santissimo Sacramento dell'altare e in ciascuno di noi che crediamo in te.
Ti lodo e ti adoro.
Ti rendo grazie, Signore, per essere venuto da me, come Pane vivo disceso dal cielo.
Tu sei la pienezza della vita, tu sei la risurrezione e la vita, tu Signore, sei la salute dei malati.
Oggi ti voglio presentare tutti i miei mali, perché tu sei uguale ieri, oggi e sempre e tu stesso mi raggiungi dove mi trovo.
Tu sei l'eterno presente e mi conosci.
Ora, Signore, ti chiedo d'aver compassione di me.
Visitami per il tuo vangelo, affinché tutti riconoscano che tu sei vivo, nella tua Chiesa, oggi; e che si rinnovi la mia fede e la mia anima.
Abbi compassione delle sofferenze del mio corpo, del mio cuore e della mia anima.
Abbi compassione di me, Signore, benedicimi e fa che possa riacquistare la salute.
Che cresca la mia fede e che mi apra alle meraviglie del tuo amore, perché sia anche testimone della tua potenza e della tua compassione.
Te lo chiedo, Gesù, per il potere delle tue sante piaghe per la tua santa Croce e per il tuo Preziosissimo Sangue.
Guariscimi, Signore!
Guariscimi nel corpo, guariscimi nel cuore, guariscimi nell'anima.
Dammi la vita, la vita in abbondanza.
Te lo chiedo per l'intercessione di Maria Santissima, tua Madre, la vergine
dei dolori, che era presente, in piedi, presso la tua croce; che fu la prima a contemplare le tue sante piaghe, e che ci hai dato per Madre.

Tu ci hai rivelato d'aver preso su di te i nostri dolori e per le tue sante piaghe siamo stati guariti.
Oggi, Signore, ti presento con fede tutti i miei mali e ti chiedo di guarirmi completamente.
Ti chiedo, per la gloria del Padre del cielo, di guarire anche i mali della mia famiglia e i miei amici.
Fa che crescano nella fede, nella speranza e che riacquistino la salute per la gloria del tuo nome.
Perché il tuo regno continui ad estendersi sempre più nei cuori attraverso
i segni e i prodigi del tuo amore.
Tutto questo, Gesù, te lo chiedo perché sei Gesù.
Tu sei il Buon Pastore e noi siamo le pecorelle del tuo gregge.
Sono così sicuro del tuo amore, che prima ancora di conoscere il risultato della mia preghiera, ti dico con fede:
grazie, Gesù, per tutto quello che farai per me e per ciascuno di loro.
Grazie per i malati che stai guarendo ora, grazie per quelli che stai visitando con la tua Misericordia.

- Padre Emiliano Tardif -


Buona giornata a tutti. :-)






lunedì 24 dicembre 2018

La Madonna del Soccorso – Ada Negri

La Madre andò col suo piccino in braccio
avviluppata nell'oscuro scialle.
Aspro un singhiozzo le scotea le spalle:
cerbiatta parea che fugge il laccio.
E scese il monte e traversò la valle,

e la città raggiunse; e ad ogni porta
bussò, chiedendo, per pietà, lavoro.
Alzava sulle braccia il suo tesoro:
ogni rifiuto la facea più smorta,
più spersa in mezzo al lastrico sonoro.

Al suo pavido cuore era nemica
la folla che ti spinge e non ti sa,
che, cogli occhi al suo segno, va e va
soverchiandosi a gara, e par che dica
— Scostati!... — a chi dappresso le ristà....

la folla con mille arti e mille forme
e mille accenti, rapida, incalzante,
sempre diversa e sempre a sè davante
sospinta in corsa, col suo mugghio enorme,
coll'acre ardor della sua forza ansante....

E la madre cercò deserte vie
ove accucciarsi come un can perduto.
"Dio, che ti stai così lontano e muto
nei cieli, Dio che vedi le agonie
delle madri e dei bimbi, ajuto, ajuto !... „

....Una porta s'aperse. — Erma, corrosa:
e sulla soglia molte facce emunte
che fame febbre tedio avean consunte
disser cogli occhi: "O Madre dolorosa,
sieno le nostre povertà congiunte!...

"Noi siamo i radiati dalle file
degli uomini. Al lavoro invan le braccia
offrimmo. Civiltà che ne discaccia
dall'opre, questo asil d'inerzia vile
ne schiude. Vieni, o disperata in traccia

di rifugio!...,, E col lacero mantello
uno l'avvolse, e arrise al suo bambino:
uno le disse: "Siediti vicino
al focolare. „ — E tutti : " Oh, come è bello
rondinella, il tuo stanco rondinino!...

" Rondinella tu sembri al bianco viso
fra il nero dello scialle e delle chiome:
trepida, senza nido e senza nome,
osi, pur fra le lagrime, un sorriso....
Riso lucente, in fitta ombra di chiome!...

"Resta!... Diventerai Nostra Madonna
del Soccorso!... Ci porterai fortuna!...
Noi faremo al tuo piccolo una cuna
di stracci, e nella tua misera gonna
sarai chiara per noi come la luna.... „

.... Ella rimase. E ritrovò per loro
i canti del natio monte selvaggio.
Vibrava in essi il rullo del coraggio,
vibrava in essi il rullo del lavoro,
qual rombo di guerresco carriaggio.

"Fratello in Cristo, è tua la vita bella,
se forzerai le porte del destino!...
Riprendi il sacco, mettiti in cammino,
taglia le siepi, abbatti i muri, della
tua forza tempra un'arma d'oro fino,

e vinci se non vuoi vinto cadere,
para, se vuoi che colpo non ti tocchi!...
Così cantò, col riso e il sol negli occhi,
la Madre. Ognuno avidamente a bere
quella dolcezza si gettò a ginocchi.

Poscia, con rude vigoria d'assalto,
verso nuove conquiste si scagliò.
E colui ch'era vinto dominò.
E colui ch'era a terra ascese in alto.
E la Suscitatrice si nomò
per essi e pei lor figli, ora e nel corso
dei secoli, Madonna del Soccorso.

- Ada Negri -
Fonte: “Dal profondo” di Ada Negri,Milano, Fratelli Treves Editori, 1910


Buon Natale! 

Stefania





lunedì 17 dicembre 2018

Credo (Niceno Costantinopolitano)

Credo in un solo Dio,
Padre onnipotente,
Creatore del cielo e della terra,
di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore, Gesù Cristo,
unigenito Figlio di Dio,
nato dal Padre prima di tutti i secoli:
Dio da Dio, Luce da Luce,
Dio vero da Dio vero,
generato, non creato,
della stessa sostanza del Padre;
per mezzo di lui tutte le cose sono state create.
Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo,
e per opera dello Spirito Santo
si è incarnato nel seno della Vergine Maria
e si è fatto uomo.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato,
mori e fu sepolto.
Il terzo giorno è risuscitato,
secondo le Scritture, è salito al cielo,
siede alla destra del Padre.
E di nuovo verrà, nella gloria,
per giudicare i vivi e i morti,
e il suo regno non avrà fine.
Credo nello Spirito Santo,
che è Signore e dà la vita,
e procede dal Padre e dal Figlio.
Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato,
e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa,
una santa cattolica e apostolica.
Professo un solo Battesimo
per il perdono dei peccati.
Aspetto la risurrezione dei morti
e la vita del mondo che verrà. Amen.



Buona giornata a tutti. :)







sabato 15 dicembre 2018

Dammi la mano - +Cardinale John Henry Newman

Guidami, luce amabile,
tra l'oscurità che mi avvolge.
Guidami innanzi, oscura è la notte,
lontano sono da casa.
Dove mi condurrai?
Non te lo chiedo, o Signore!
So che la tua potenza
m'ha conservato al sicuro
da tanto tempo,
e so che ora mi condurrai ancora,
sia pure attraverso rocce e precipizi,
sia pure attraverso montagne e deserti
sino a quando sarà finita la notte.
Non è sempre stato così:
non ho sempre pregato
perché tu mi guidassi!
Ho amato scegliere da me il sentiero,
ma ora tu guidami!

- cardinale John Henry Newman -


Buona giornata a tutti. :)






giovedì 13 dicembre 2018

Preghiera a santa Lucia, protettrice degli occhi e della vista


Da recitare con fede e fiducia

O Santa Lucia,
che hai preferito lasciare che i tuoi occhi venissero strappati
per non rinnegare la fede e macchiare la tua anima;
e Dio, con un miracolo straordinario,
ti ha restituito altri due occhi sani e perfetti
per ricompensare la tua virtù e la tua fede,
e ti ha costituito protettrice contro le malattie degli occhi,
ricorro a te perché tu protegga la mia vista
e curi la malattia dei miei occhi.
O Santa Lucia, conserva la luce dei miei occhi
perché io possa vedere la bellezza del creato.
Conserva anche gli occhi della mia anima, la fede,
mediante la quale posso riconoscere il mio Dio,
comprendere i suoi insegnamenti,
riconoscere il suo amore nei miei confronti
e non errare mai nel cammino che mi condurrà
dove sei tu, Santa Lucia,
in compagnia degli angeli e dei santi.
Santa Lucia, proteggi i miei occhi
e conserva la mia fede.
Amen.


Buona giornata a tutti. :)




martedì 11 dicembre 2018

Preghiera per la famiglia - +card. Angelo Comastri

O Maria, donna del sì,
l'Amore di Dio è passato attraverso il Tuo Cuore
ed è entrato nella nostra tormentata storia
per riempirla di luce e di speranza.
Noi siamo legati profondamente a Te:
siamo figli del Tuo umile sì!
Tu hai cantato la bellezza della vita,
perchè; la Tua anima era un limpido cielo
dove Dio poteva disegnare l'Amore
e accendere la luce che illumina il mondo.

O Maria, donna del sì,
prega per le nostre famiglie,
affinchè; rispettino la vita nascente
e accolgano e amino i bambini,
stelle del cielo dell'umanità.
Proteggi i figli che si affacciano alla vita:
sentano il calore della famiglia unita,
la gioia dell'innocenza rispettata,
il fascino della vita illuminata dalla Fede.

O Maria, donna del sì,
la Tua bontà; ci ispira fiducia
e ci attira dolcemente a Te
pronunciando la più; bella preghiera,
quella che abbiamo appreso dall'Angelo
e che vorremmo che non avesse mai fine:
Ave o Maria, piena di grazia
il Signore è con te....

Amen.

+card. Angelo Comastri 


Buona giornata a tutti. :-)



sabato 8 dicembre 2018

Supplica alla Madonna di Loreto


O Maria Loretana, Vergine gloriosa, noi ci 
accostiamo fiduciosi a Te, 
accogli oggi la nostra umile preghiera.

L’umanità è sconvolta da gravi mali 
dai quali vorrebbe liberarsi da sola. 
Essa ha bisogno di pace,
di giustizia, di verità, di amore e si illude di poter
trovare queste divine realtà lontano da tuo Figlio.

O Madre! Tu portasti il Salvatore divino nel tuo
seno purissimo e vivesti con Lui nella santa Casa
che noi veneriamo su questo colle loretano, 
ottienici la grazia di cercare Lui 
e di imitare i suoi esempi che conducono alla salvezza.

Con fede e amore filiale,ci portiamo 
spiritualmente alla tua Casa benedetta. 
Per la presenza della
tua Famiglia essa è la Casa Santa 
per eccellenza, alla quale vogliamo si ispirino tutte le famiglie
cristiane, da Gesù ogni figlio impari l’ubbidienza
e il lavoro, da Te, o Maria, ogni donna apprenda
l’umiltà e lo spirito di sacrificio, da Giuseppe, 
che visse con Te e per Gesù, 
ogni uomo impari a credere in Dio 
e a vivere in famiglia e nella società
con fedele rettitudine.

Molte famiglie, o Maria, non sono un santuario
dove si ama e si serve Dio, 
per questo ti preghiamo affinché Tu ci ottenga che ognuno imiti la tua,
riconoscendo ogni giorno e amando sopra ogni
cosa il tuo Figlio divino.

Come un giorno, dopo anni di preghiera e di lavoro, 
Egli uscì da questa Casa santa per far sentire
la sua Parola che è  Luce e Vita, così ancora,
dalle Sante mura che ci parlano di fede e di carità, 
giunga agli uomini l’eco della sua Parola 
onnipotente che illumina e converte.

Ti preghiamo, o Maria, per il Papa, 
per la Chiesa universale, 
per l’ Italia e per tutti i popoli della terra, 
per le istituzioni ecclesiali e civili 
e per i sofferenti e i peccatori, 
affinché tutti divengano discepoli di Dio. 

O Maria, in questo giorno di grazia
uniti ai devoti spiritualmente presenti a venerare
la Santa Casa ove fosti adombrata dallo Spirito
Santo, con viva fede Ti ripetiamo le parole
dell’ Arcangelo Gabriele.

Ave, o piena di grazia, il Signore è con Te!

Noi Ti invochiamo ancora:

Ave, o Maria, Madre di Gesù e Madre della Chiesa, Rifugio dei peccatori, Consolatrice
degli afflitti, Aiuto dei Cristiani.

Tra le difficoltà e nelle frequenti tentazioni noi
siamo in pericolo di perderci, ma guardiamo
a Te e Ti ripetiamo:

Ave, Porta del Cielo, Ave, Stella del Mare!

Salga a Te la nostra supplica, o Maria. Essa
Ti dica i nostri desideri, il nostro amore a Gesù
e la nostra speranza in Te, o Madre nostra.

Ridiscenda la nostra preghiera sulla terra con
abbondanza di grazie celesti. Amen.

Salve, o Regina.


Buona giornata a tutti. :-)




Preghiera a Maria - papa Francesco


Maria, donna dell'ascolto,
rendi aperti i nostri orecchi;
fa' che sappiamo ascoltare la
Parola del tuo Figlio Gesù
tra le mille parole di questo mondo;
fa' che sappiamo ascoltare
la realtà in cui viviamo,
ogni persona che incontriamo,
specialmente quella che è povera,
bisognosa, in difficoltà.

Maria, donna della decisione,
illumina la nostra mente
e il nostro cuore,
perché sappiamo obbedire
alla Parola del tuo Figlio Gesù,
senza tentennamenti;
donaci il coraggio della decisione,
di non lasciarci trascinare
perché altri orientino la nostra vita.

- Papa Francesco -
8 dicembre 2013


Buona giornata a tutti. :-)




sabato 1 dicembre 2018

Ho sentito il battito del tuo cuore – Madre Teresa di Calcutta

Ti ho trovato in tanti posti, Signore.


Ho sentito il battito del tuo cuore
nella quiete perfetta dei campi,
nel tabernacolo oscuro di una cattedrale vuota,
nell'unità di cuore e di mente
di un'assemblea di persone che ti amano.



Ti ho trovato nella gioia,
dove ti cerco e spesso ti trovo.



Ma sempre ti trovo nella sofferenza.



La sofferenza è come il rintocco della campana
che chiama la sposa di Dio alla preghiera.


Signore, ti ho trovato nella terribile grandezza
della sofferenza degli altri.



Ti ho visto nella sublime accettazione
e nell'inspiegabile gioia
di coloro la cui vita è tormentata dal dolore.



Ma non sono riuscito a trovarti
nei miei piccoli mali e nei miei banali dispiaceri.

Nella mia fatica
ho lasciato passare inutilmente
il dramma della tua passione redentrice,
e la vitalità gioiosa della tua Pasqua è soffocata
dal grigiore della mia autocommiserazione.
Signore io credo. Ma tu aiuta la mia fede.

- Madre Teresa di Calcutta -


Buona giornata a tutti. :-)